15.10

Pensare al Salento riporta alla mente soavi ricordi che sanno di sole, mare e divertimento. Meta preferita durante le vacanze estive, questa terra può, però, essere visitata anche durante il periodo autunnale o, perché no, in inverno, dato che i borghi e le città che la animano assumono, in questo periodo dell’anno, un fascino ancor più particolare che ben si addice a chi cerca un’atmosfera romantica.

Ovviamente se si ama il mare, il periodo perfetto è quello estivo, quando ci si può permettere di fare un tuffo nelle acque blu del litorale, più volte premiate con i riconoscimenti Legambiente. Essendo una penisola, il Salento ha due versanti, uno bagnato dallo Jonio e l’altro dall’Adriatico. Ci interesseremo ora del litorale jonico del Salento, quello a prevalenza sabbioso adatto a una vacanza di coppia all’insegna del mare, del relax o del divertimento.

Le bellezze del versante jonico salentino sono tante, ma tra tutte si ricordano in particolare Porto Cesareo e la sua vicina Torre Lapillo, Gallipoli, la patria del divertimento estivo, e, ancora, Porto Selvaggio e le marine di Nardò (vedi qui), le marine di Pescoluse.

Cercando di tracciare una sorta di itinerario virtuale, partiamo da Santa Maria di Leuca, punto più a sud del Salento, per poi risalire sino ad arrivare a Porto Cesareo. Santa Maria di Leuca è, come detto, il punto più estremo di tutta la regione ed è proprio qui che Jonio e Adriatico si incontrano. Il suo faro, ma anche la punta che, per convenzione, fa convergere i due mari, nonché il centro storico della cittadina sono assolutamente imperdibili per chi arriva in Salento per la prima volta.

Leuca

Questa è la prima tappa virtuale alla scoperta di questo versante e il viaggio prosegue fermandosi a San Gregorio e Torre Vado, altre due perle di rara bellezza, con un mare che è pura poesia. Una coppia di innamorati non potrà che apprezzare!…Qui le lunghe distese di sabbia lasciano il posto a scogliere che, però, sono abbastanza basse e numerosissime sorgenti, che sono una delle caratteristiche della zona. Salendo ancora un po’, si incontra Torre Pali, nota perché da qui partono le barche che accompagnano i turisti a visitare la zona del basso versante jonico, nonché le grotte presenti nei pressi di Leuca. L’itinerraio in barca è un must per le coppie che vivono un week end romantico!

Qui, così come a Pescoluse, altresì nota come le Maldive del Salento, le distese di sabbia sono veramente immense e le acque così tanto pulite che molto spesso giunge come premio la Bandiera Blu. Un mare cristallino e la macchia mediterranea; questo è quello che caratterizza il versante jonico del Salento e quello che rende unica questa zona. La macchia mediterranea è una delle ricchezze del Salento e, in quanto tale, va tutelata il più possibile, dato che racchiude in sé specie animali e vegetali che rischierebbero di scomparire.

Salendo ancora più su, spostandosi verso Gallipoli, si trovano delle località meravigliose come, ad esempio, Torre San Giovanni e Torre Mozza, ma anche Lido Marini, Torre Suda e Mancaversa. Tutte queste località sono accomunate dal mare incantevole che contraddistingue la zona e distese di spiaggia equamente divisa tra stabilimenti balneari attrezzati e spiaggia libera, in modo tale da dare a tutti la libertà di scelta. Per arrivare nella patria della movida salentina, però, si deve fare ancora qualche km e giungere sino a Gallipoli, meta preferita dai turisti più giovani, che cercano divertimento e spensieratezza, ma non solo. La zona di Gallipoli, infatti, è bellissima anche per ciò che concerne le spiagge, che si trasformano in discoteche durante la notte. Inoltre, il borgo antico della cittadina è imperdibile. Al contrario di quanto in molti pensano, Gallipoli non è la meta ideale solo er i single che vogliono “divertirsi” ma anche per le coppie che amano divertirsi insieme, tra movida e locali in.

Gallipoli

Salendo ancora su per il Salento, si trovano Lido San Giovanni, Baia Verde e Punta Pizzo, le tre località per chi vuole stare vicino a Gallipoli ma ben lontano dalla movida a qualsiasi ora del giorno e della notte. Qui ci si rilassa, in vista di serate movimentate nella vicina patria del divertimento e si possono passare delle lunghe giornate al mare, distesi sotto il sole che bacia il Salento. Proseguendo questo viaggio, si incontrano le marine di Nardò, tra cui spunta Porto Selvaggio, una vera e propria oasi di pace con la sua pineta a strapiombo sul mare. Qui si trovano delle acque cristalline e pulite, contornate da scogliera non troppo alta e piccole baie. Le altre marine sono Santa Maria al Bagno e Santa Caterina, due centri con un mare molto bello e una vita notturna abbastanza sviluppata che le rendono due mete perfette sia per famiglie che per giovani, anche perché qui i prezzi sono notevolmente più bassi rispetto a quelli che caratterizzano i centri più grandi. Dopo aver fatto tappa a Sant’Isidoro, si arriva a Porto Cesareo, una delle località del versante jonico più note ai turisti italiani e non solo (qui maggiori info). Qui si trovano immense distese di sabbia, spiagge attrezzate e un mare a dir poco favoloso. Inoltre, il centro città è abbastanza caratteristico e una visita è d’obbligo. Anche la vicina Torre Lapillo, con la sua torre costiera in riva al mare, è molto quotata grazie anche alla presenza di acque molto basse e ideali per le famigli con bambini al seguito.

Come si nota, il Salento regala paesaggi e situazioni per tutti i gusti, accontentando ogni tipologia di turista. È d’obbligo ricordare, inoltre, che sul versante ionico salentino sorgono i più bei resort con Spa in Puglia, come esempio La Casarana. Una location ideale per una vacanza di coppia!

Oltre alle bellezze paesaggistiche, qui spicca anche l’aspetto culturale e folkloristico, che non deve essere tralasciato, così come non deve esserlo neppure quello eno gastronomico, dato che qui buona cucina e buon vino la fanno da padrone.

Foto realizzate per nelsalento.com


Prova a dare un'occhiata anche a


Scrivi un Commento