12.05

Per tutti coloro che amano i viaggi in moto, la scoperta di nuove mete è d’obbligo. Ecco perché si andrà a proporre un viaggio in moto alla scoperta della Puglia e delle sue mille bellezze. Si tratta di una regione molto eterogenea dal punto di vista paesaggistico, dato che ci sono le zone costiere, ma anche quelle interne, magari boschive, le lunghe spiagge, ma anche le scogliere, senza dimenticare tutte le bellezze architettoniche che si trovano in questa terra.

Un viaggio alla scoperta della Puglia in sella alla propria moto è un’esperienza che deve essere assolutamente fatta, perché si possono scoprire luoghi e paesaggi difficili da dimenticare. La Puglia è tutta molto bella, a partire dal Gargano sino ad arrivare all’estrema punta di Santa Maria di Leuca, in Salento, e, pertanto, scoprirla tutta è una gioia.

Se si desidera partire dalla zona più settentrionale della Puglia, sono obbligatorie diverse fermate alla scoperta del Gargano. Questa è una zona della regione che sta venendo sempre più valorizzata e che riserva delle bellezze paesaggistiche e architettoniche di tutto rispetto. Il Gargano in moto è facile da scoprire e da amare. Ma quali sono le principali tappe da fare? Di sicuro non si possono perdere le cosiddette perle del Gargano. Stiamo parlando di posti fantastici quali Peschici, Vieste, Monte Sant’Angelo, Manfredonia, Siponto e molti altri. Tutte queste cittadine sopra elencate offrono sia un mare spettacolare e mozzafiato, che delle bellezze architettoniche tutte da scoprire. Inoltre, è sempre bene ricordarlo, tutte queste cittadine offrono soluzioni alloggiative per tutte le tasche e tutte le esigenze (va segnalato l’Orchidea Blu Hotel a pochi km da Peschici, Vieste e Rodi) e, inoltre, sono piene di vita e di divertimento notturno, oltre che, naturalmente, di bellezze artistiche tutte da visitare. Siamo nel polmone verde della Puglia e qui la bellezza paesaggistica è capace di rapire il cuore di chi viaggia su due ruote e non solo. Fermarsi a scoprire le cittadine che sono state già indicate, ma anche tutto quello che le circonda, può essere un’esperienza indimenticabile, come indimenticabili sono i suoni, gli odori e i sapori tutti da scoprire e conservare nel cuore e nella memoria.

Ma la Puglia non comprende solo la zona del Gargano, anche se questa è così piena di bellezza che è una tappa imprescindibile. Scendendo sempre più a sud si incontrano tante altre cittadine, tanti altri paesaggi, tutti degni di nota. Di cosa si parla? Della Valle d’Itria, ad esempio, ma anche di quella che viene definita la Costa dei Trulli. La Valle d’Itria è una delle zone più suggestive della Puglia. Si deve localizzare nella parte centrale della regione e ingloba parti delle province di Bari, Brindisi, Taranto. In poche parole, si tratta di una bella fetta di Puglia, che confina con la parte meridionale dell’altopiano delle Murge. Locorotondo, Cisternino, Martina Franca, Alberobello, Ostuni, Ceglie Messapica, sono i centri principali della zona, caratterizzati da diversi punti in comune, quali i trulli. Queste tipiche costruzioni sono una delle caratteristiche che rendono questa zona unica nel suo genere.

Spostandosi sulla costa, è degna di nota la cosiddetta Costa dei Trulli che ingloba i paesi di Monopoli, la bellissima Polignano a Mare, Fasano e la sua marina Savelletri. Sia la valle che la costa dei trulli sono una zona meravigliosa da scoprire, a bordo di una moto in particolar modo. Qui c’è davvero tutto quello che si cerca: mare, spiagge, scogliere più o meno alte, baie e calette, borghi meravigliosi, cucina tipica e tanto divertimento.

Tra tutte le cittadine che si trovano in questa zona di Puglia, Alberobello, Ostuni, Monopoli e Polignano sono senza dubbio i borghi più suggestivi, quelli in cui vale la pena fermarsi un po’ di più e magari soggiornare per qualche giorno. Alberobello è famosa in tutto il mondo proprio per la presenza dei trulli che, a partire dal 1996, sono stati denominati patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO. I trulli sono delle vere e proprie dimore storiche a  forma conica: le loro pietre a secco e gli interni sono una delle cose più suggestive che si trovano in zona. Il trullo, è bene saperlo, ha radici molto remote e riprende un antichissimo modello di costruzione, risalente al periodo preistorico. Si tratta, dunque, di una rilevante testimonianza storica prima che di una bellezza unica nel suo genere. Alberobello, inoltre, è vicina a tutti gli altri bellissimi borghi che sono stati nominati.

Alberobello

Foto CC-BY di Verity Cridland

 

Chi arriva in questa parte della Puglia, infatti, non può esimersi dal fare un salto anche nella meravigliosa Ostuni, la città bianca per eccellenza, nota per le stradine del suo centro storico e per il bellissimo mare e le sconfinate campagne.

Ostuni

Foto CC-BY-SA di Jelly

Così come non si può perdere il mare di Monopoli e Polignano, due centri che vantano anche la Bandiera Blu Legambiente. In questa zona, tuttavia, non c’è solo un mare da favola, ma anche tantissima tradizione tutta da scoprire, borghi antichi da visitare, sapori da gustare prima di rimettersi in strada e ripartire verso il Salento. La zona compresa tra Monopoli e Fasano, anche nota per uno degli zoo più importanti d’Europa, è famosa anche per i resort di lusso e le masserie ristrutturate che sono state teatro di matrimoni illustri e ospitano vip da tutto il mondo.

Scendendo verso il Salento, la prima tappa obbligata è quella della città di Lecce, capitale del Barocco e una delle più belle di Italia in assoluto. Qua si trovano arte e cultura a volontà e si possono conoscere nuovi odori e sapori, il tutto in uno scenario di una bellezza disarmante. La Basilica di Santa Croce, il Duomo, Piazza Sant’Oronzo sono una delle cose più belle che possa capitare di vedere nella vita e il tutto è concentrato in una città pensata a misura d’uomo.

Per chi, invece, predilige le zone di mare e di divertimento, consigliamo la bella Otranto sul versante adriatico, Gallipoli e Porto Cesaro sul versante ionico (clicca qui per appartamenti a Porto Cesareo) e, infine, un salto a Santa Maria di Leuca, altresì nota come de finibus terrae e punto di incontro dei due mari (clicca qui per info). Consigliamo, infine, un coast to coast in moto della penisola salentina, in modo da non perdere neppure uno scorcio.

Il tour proposto può regalarvi davvero delle emozioni indimenticabili… fate però molta attenzione perché soprattutto la zona della Valle d’Itria ma anche la parte più a sud del salento è ricca di strade tortuose che richiedono una scrupolosa attenzione alla guida delle due ruote. Munitevi di un abbigliamento da moto adeguato e sicuro (vedi qui)!


Prova a dare un'occhiata anche a


Scrivi un Commento