23.02

Negli ultimi tempi, complice anche qualche soap opera internazionale del calibro di Beautiful, il mondo sta scoprendo, o meglio riscoprendo, le bellezze della Puglia. In particolare, vogliamo puntare la nostra attenzione su un fenomeno che sta prendendo sempre più piede, ossia quello delle vacanze in masserie fortificate, molto apprezzate per chi vuole organizzare un soggiorno all’insegna del romanticismo. Il nostro bel Salento ne è pieno e offre così tante alternative a chi desidera venire a scoprire queste masserie che c’è solo l’imbarazzo della scelta.

masseria salento

Quello che, oggi come oggi, attira di più di questa tipologia di vacanze è che si alloggia in un luogo che non solo è ristrutturato ma è anche pieno di tutti i comfort utili al fine di una vacanza perfetta e, in più, racchiude in sé tutto quello che è stato il passato di questa terra. Nelle tante masserie fortificate salentine, infatti, ci sono anche frantoi ipogei  che sono simbolo di quello che per anni, anzi secoli, è stata l’agricoltura nella nostra terra. Tutto questo, è facile ipotizzare, attira sempre più turisti, italiani ma anche stranieri, che vengono qui alla ricerca di quel bello assoluto che il Salento sa regalare. Si tratta di una zona d’Italia così bella e completa, dato che si spazia dal mare caraibico all’arte e alla storia, che è impossibile non amarla e venirci almeno una volta nella vita.

Prima di elencare quelle che sono le più belle masserie fortificate salentine facciamo un breve excursus storico, andando a vedere quando sono nate, dove e perché.

Possiamo dire che tutta la Puglia è piena di queste masserie fortificate e queste ultime sono nate quasi tutte nello stesso periodo, a cavallo tra il 1500 e il 1600. In quel periodo la nostra regione era sotto la dominazione spagnola e rientrava a pieno titolo nel Regno delle due Sicilie. Furono proprio gli spagnoli a chiedere ai nobili locali di costruire delle strutture tese a coadiuvare la coltivazione dei cereali. In poche parole, i baroni pugliesi iniziarono a costruire queste masserie, attorno alle quali, poi, iniziarono a sorgere veri e propri agglomerati urbani. La masseria era, naturalmente, fortificata e posta al centro del tutto per essere difesa in caso di attacco esterno. Immediatamente, queste masserie vennero costruite un po’ ovunque su tutto il territorio pugliese e lo dimostra il fatto che sono presenti sia in Valle d’Itria, sia nelle province di Lecce, Taranto, Bari e Brindisi.

Quello che attira delle masserie salentine è che moltissime sono vicino al mare: cosa si può volere di più? Si ha tutto in un colpo solo, dalla masseria che racchiude la storia e le radici del posto, al mare e alle spiagge più belle d’Italia. In Salento troviamo sia delle masserie di charme, lussuose ed esclusive, sia delle masserie molto essenziali dove riscoprire il passato e dove rilassarsi e mangiare bene.

masseria salento2

Vediamo quali sono le principali masserie che si possono trovare in Salento. Iniziamo dall’elencare le più famose e apprezzate. Un esempio di masseria salentina è Tenuta Monacelli che si trova a Casalabate. Questa è una delle masserie salentine più antiche e meglio conservate e ristrutturate. Si tratta di una masseria fortificata del 1600 e in quanto tale ha tutte le caratteristiche tipiche di quelle che erano le masserie di quattro secoli fa. Anche la Masseria Santicuti è molto famosa e molto apprezzata, anche perché si trova a pochi passi dal bellissimo parco naturale delle Cesine. Se ci si vuole spostare a due passi dal mare più bello d’Italia e a due passi da quella meravigliosa cittadina che è Otranto (maggiori info qui), consigliamo la Masseria Panareo, situata sulla litoranea Otranto-Leuca. Questa masserie risale a 800 anni fa e, quindi, ha delle peculiarità ancora più rare. Scendendo, invece, verso Pescoluse (leggi info) troviamo la Masseria Ficazzana che è una delle più belle masserie salentine e, per di più, si trova a due passi dal mare. Si tratta di una masseria fortificata del XV secolo, a 4 km dal centro di Salve e a solo un km dal mare: cosa si potrebbe volere di più? Anche la Casina Li Foggi  è un esempio di masseria fortificata molto conosciuta e molto apprezzata. Sebbene sia di recente costruzione (risale ai primi anni del 900) rispetta tutti quelli che sono i canoni della masseria di un tempo ed è per questo che moltissimi turisti la scelgono come meta delle loro vacanze, anche perché si trova in uno degli angoli più belli del Salento.

Come detto, questi sono soltanto alcuni esempi delle tante masserie che si possono trovare sul territorio salentino. Ce ne sono davvero molte e tutte hanno delle caratteristiche che le rendono uniche.

Scegliere una masseria fortificata come meta delle proprie vacanze è l’ultima moda. In Salento c’è tutto quello che si desidera e in queste strutture si trova di tutto. Nell’ultimo periodo, infatti, sono diventate assolutamente di moda, perché si ama molto l’atmosfera da film che si respira. Rilassarsi all’ombra degli ulivi, in una meravigliosa piscina o gustando l’ottimo cibo tipico salentino o i vini di questa terra, è diventato un vero e proprio must.

Prenotare per tempo la propria vacanza in una delle tante masserie fortificate in Salento è un’ottima soluzione per trovare quello che si desidera e ottenere un prezzo di tutto favore (clicca qui). Trattandosi di una soluzione alloggiativa molto ricercata è meglio essere veloci e accaparrarsi il proprio angolino di paradiso. Del resto, ce ne sono davvero tante e scegliere quella che fa al caso proprio è molto semplice. Facciamo presente che tutte le masserie salentine sono rientrate nel patrimonio artistico della regione, poiché si tratta di vere e proprie opere di recupero. In un periodo in cui il vero must è il turismo rurale queste masserie sono diventate il centro di tutto e in quanto tali dovrebbero essere protette e tutelate. Molte masserie hanno al loro interno anche dei bellissimi frantoi ipogei che sono un’altra peculiarità tutta salentina e che attirano non pochi visitatori, curiosi di scoprire quello che fu il passato non tanto remoto di una regione a vocazione contadina, che oggi mette le sue bellezze e la sua cultura a disposizione di tutti coloro che vogliono scoprirla.

Ovviamente, non manca l’interesse per la buona cucina salentina… le ricette tipiche del salento come ad esempio la cicerchia con le cozze (qui la ricetta),  la pasta ciceri e tria, la torta pasticciotto…. sono il fiore all’occhiello delle strutture!

Foto realizzate da Carmelo Ranieri per il portale dedicato al Salento: www.nelsalento.com


Prova a dare un'occhiata anche a


Scrivi un Commento